Domande frequenti

Intestazione domande frequenti

Domande frequenti

Navigazione Categorie

Scegli una categoria:

Mutui e interessi passivi

Aggregatore Risorse

Contenuto con FAQ Mutui e interessi passivi times .

Il contribuente può aver stipulato un unico contratto di mutuo per finalità diverse (ad esempio, per l’acquisto e per la ristrutturazione dell’abitazione principale). Gli interessi passivi su mutuo ipotecario stipulato per l’acquisto dell’abitazione principale e quelli su mutuo ipotecario per costruzione o ristrutturazione abitazione principale sono entrambi detraibili ma i requisiti per usufruire della detrazione sono diversi e gli importi relativi devono essere riportati in differenti righi del modello 730. Pertanto, nel caso in cui l’importo degli interessi passivi (comprensivo degli altri oneri accessori detraibili) è riportato in un unico rigo della dichiarazione, per esempio al rigo E7, il contribuente:

  • se il mutuo stipulato ha finalità plurime, i cui interessi sono tutti detraibili, deve distinguere le differenti finalità e i relativi importi per determinare le corrette quote di interessi detraibili da riportare negli appositi righi della dichiarazione
  • se il mutuo stipulato ha finalità plurime, di cui solo per alcune spetta la detrazione (per esempio una quota parte della somma finanziata è stata erogata per mera liquidità), deve scorporare dagli interessi passivi comunicati dalla banca la quota parte degli interessi imputati al finanziamento per liquidità in quanto questi ultimi non sono detraibili
  • se il mutuo ha una solo finalità, non deve tener conto del messaggio visualizzato.

 


Questo contenuto ti è stato utile ?
  • Possibile motivazione: risultano due o più comunicazioni relative allo stesso contratto di mutuo.
    Cosa fare: controllare la documentazione ed eventualmente contattare la Banca per verificare l'importo detraibile, quindi inserire quello corretto nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: risulta un controllo documentale sulla dichiarazione del 2017 (redditi 2016).
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel Quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: questo onere non risulta indicato nella dichiarazione del 2019 (redditi 2018).
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: risulta un controllo preventivo sul rimborso emergente dalla dichiarazione del 2019 (redditi 2018).
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel Quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: presenza di accollo nel contratto di mutuo e, quindi, stesso identificativo mutuo e intestatari diversi.
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, dopo aver ricondotto nei limiti di detraibilità la spesa, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Questo contenuto ti è stato utile ?
  • Possibile motivazione: risultano due o più comunicazioni relative allo stesso contratto di mutuo.
    Cosa fare: controllare la documentazione, verificare l'importo detraibile ed eventualmente contattare la Banca; inserire l'importo corretto nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi e modificare di conseguenza le altre voci.
  • Possibile motivazione: rispetto a questo onere risulta un controllo documentale sulla dichiarazione del 2017 (redditi 2016).
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: questo onere non risulta indicato nella dichiarazione del 2019 (redditi 2018).
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: l'interesse indicato nella dichiarazione del 2019 (redditi 2018) risulta di importo inferiore rispetto a quello comunicato dalla Banca quest'anno e ricondotto ai limiti.
    Cosa fare: controllare la documentazione ed eventualmente contattare la Banca per verificare l'importo detraibile, quindi inserire quello corretto nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: risulta un controllo preventivo sul rimborso emergente dalla dichiarazione del 2019 (redditi 2018).
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel Quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: presenza di surroga nel contratto di mutuo e stipula del nuovo mutuo tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019.
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, dopo aver ricondotto nei limiti di detraibilità la spesa, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: presenza di accollo nel contratto di mutuo e, quindi, stesso identificativo mutuo e intestatari diversi.
    Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, dopo aver ricondotto nei limiti di detraibilità la spesa, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.
  • Possibile motivazione: il contratto di mutuo è stato rinegoziato nel corso dell’anno 2019.
    Cosa fare: controllare la documentazione in possesso per determinare l'importo detraibile, quindi inserire quello corretto nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Questo contenuto ti è stato utile ?

Possibile motivazione: risultano due o più comunicazioni relative allo stesso contratto di mutuo.
Cosa fare: controllare la documentazione, verificare l'importo detraibile ed eventualmente contattare la Banca; inserire l'importo corretto nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: rispetto a questo onere risulta un controllo documentale sulla dichiarazione del 2017 (redditi 2016).
Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: questo onere non risulta indicato nella dichiarazione del 2019 (redditi 2018).
Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: l'interesse indicato nella dichiarazione del 2019 (redditi 2018) risulta di importo inferiore rispetto a quello comunicato dalla Banca quest'anno e ricondotto ai limiti.
Cosa fare: controllare la documentazione ed eventualmente contattare la Banca per verificare l'importo detraibile, quindi inserire quello corretto nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: nella dichiarazione del 2019 (redditi 2018) non è presente alcun immobile adibito ad abitazione principale.
Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: risulta che sono stati stipulati contemporaneamente due mutui: uno per acquistare l'abitazione principale e l'altro per costruirla e/o ristrutturarla.
Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: risulta un controllo preventivo sul rimborso emergente dalla dichiarazione del 2019 (redditi 2018).
Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, inserire il dato nel Quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: presenza di surroga nel contratto di mutuo e stipula del nuovo mutuo tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019.
Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, dopo aver ricondotto nei limiti di detraibilità la spesa, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: presenza di accollo nel contratto di mutuo e, quindi, stesso identificativo mutuo e intestatari diversi.
Cosa fare: verificare di avere tutti i requisiti e, in caso positivo, dopo aver ricondotto nei limiti di detraibilità la spesa, inserire il dato nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.

Possibile motivazione: il contratto di mutuo è stato rinegoziato nel corso dell’anno 2019.
Cosa fare: controllare la documentazione in possesso per determinare l'importo detraibile, quindi inserire quello corretto nel quadro E del 730 o quadro RP del modello Redditi.


Questo contenuto ti è stato utile ?