Bonus Vacanze

Bonus Vacanze

Bonus Vacanze

Per il periodo d’imposta 2020 è riconosciuto un credito in favore dei nuclei familiari con ISEE in corso di validità non superiore a 40.000 euro, se utilizzato nel periodo compreso tra il 1° luglio - 31 dicembre 2020, per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, nonché dagli agriturismi e dai bed & breakfast in possesso dei titoli prescritti dalla normativa nazionale e regionale per l’esercizio dell’attività turistico ricettive.

Il “bonus vacanze” è utilizzabile:

  • per l’80% sotto forma di sconto sull’importo dovuto al fornitore del servizio turistico;
  • per il 20% come detrazione d’imposta in sede di dichiarazione dei redditi.

Per ulteriori informazioni sulle spese per Bonus vacanze consulta le relative faq.

Con la compilazione assistita puoi modificare i dati relativi al Bonus vacanze presenti nella dichiarazione precompilata oppure aggiungere una nuova voce di spesa.
Nel campo "Tipologia" devi selezionare il tipo di operazione che vuoi effettuare: restituire l'importo indebitamente fruito oppure usufruire del credito di imposta.

Per la restituzione dell'importo (totale o parziale), nel caso in cui l’80% del bonus sia stato indebitamente fruito, indicare obbligatoriamente la Denominazione del fornitore del sevizio turistico e l'importo da restituire (senza sanzioni e interessi).

Per ottenere la detrazione d’imposta in sede di dichiarazione dei redditi, dopo aver selezionato "Credito" nel campo Tipologia, indicare obbligatoriamente la Denominazione del fornitore del sevizio turistico e l'importo pari al 20 per cento del Bonus Vacanze spettante al nucleo familiare (o al 20 per cento dell’importo del soggiorno se questo è inferiore all’importo massimo dell’agevolazione riconosciuta).

Web Content Survey Portlet