Contenuti della pagina| Menu principale

Il sito La tua dichiarazione precompilata - Info e Assistenza è un progetto dell'Agenzia delle Entrate

Altre lingue:

Prospetto di liquidazione

Nel prospetto di liquidazione trovi il risultato contabile della tua dichiarazione: il calcolo dell'Irpef, delle addizionali e delle altre imposte che ti saranno trattenute o rimborsate dal sostituto d'imposta. Se hai presentato il 730 in assenza di un sostituto d'imposta tenuto a effettuare il conguaglio, sono indicati gli importi che dovrai versare con il modello F24 o che ti saranno rimborsati dall'Agenzia delle Entrate.

Riepilogo dei redditi

Sono riportati per ciascun tipo di reddito gli importi determinati sulla base di quanto indicato nei corrispondenti quadri dal contribuente, che concorrono alla determinazione del reddito complessivo ai fini IRPEF. Inoltre viene riportato l'ammontare del reddito dei fabbricati locati con applicazione della cedolare secca, che quindi non concorre alla formazione del reddito complessivo.
In caso di dichiarazione congiunta sono riportati anche gli importi dei redditi del coniuge dichiarante.

- Fonte: Modello 730/2018

    

 

Calcolo del reddito imponibile e dell'imposta lorda

Sono riportati i dati per la determinazione del reddito imponibile e della relativa imposta dovuta.

- Fonte: Modello 730/2018

Calcolo detrazioni e crediti d'imposta

L'imposta netta è ottenuta sottraendo dall'imposta lorda:

  • le detrazioni per carichi di famiglia (art. 12 del TUIR);
  • le detrazioni per redditi di lavoro dipendente e assimilati, di pensione e altri redditi (art. 13 del TUIR);
  • la detrazione per oneri determinata sulla base di quanto indicato nella SEZ. I, nella SEZ. III e nelle SEZ. IV, V e VI del quadro E del Mod. 730;
  • i crediti d'imposta: per il riacquisto della prima casa (rigo G1); per reintegro anticipazioni sui fondi pensione (rigo G3); per l'incremento dell'occupazione (rigo G7); per le mediazioni (rigo G8); per negoziazioni e arbitrato (rigo G11).

- Fonte: Modello 730/2018

Calcolo dell'imposta netta e del rigo differenza

Dall'importo dell'imposta netta vengono sottratti:

  • i crediti d'imposta per gli immobili colpiti dal sisma verificatosi in Abruzzo (righi G5 e G6);
  • i crediti d'imposta per i redditi prodotti all'estero determinato sulla base di quanto indicato nel quadro G, sezione III;
  • il credito d'imposta per i canoni non percepiti (rigo G2) e l'Art-bonus (rigo G9), per erogazioni scuola (rigo G10) e per videosorveglianza (rigo G12);
  • le ritenute già effettuate dal sostituto d'imposta all'atto della corresponsione della retribuzione o della pensione e degli altri emolumenti;
  • le ritenute relative ai redditi diversi da quelli di lavoro dipendente o di pensione, dichiarate nei quadri D e F del Mod. 730;
  • l'eccedenza risultante dalla precedente dichiarazione;
  • gli acconti versati tramite il sostituto d'imposta ovvero direttamente dal contribuente;
  • restituzione "bonus fiscale e straordinario" e "detrazioni e crediti già rimborsati dal sostituto";
  • il bonus Irpef riconosciuto in dichiarazione.

- Fonte: Modello 730/2018

Calcolo delle addizionali regionale e comunale all'irpef

E' riportato:

  • l'importo del reddito su cui sono dovute l'addizionale regionale e l'addizionale comunale all'IRPEF;
  • l'importo dovuto dell'addizionale regionale all'IRPEF;
  • l'addizionale regionale all'IRPEF risultante dalla certificazione;
  • l'eccedenza di addizionale regionale all'IRPEF risultante dalla precedente dichiarazione;
  • l'importo dovuto dell'addizionale comunale all'IRPEF;
  • l'addizionale comunale all'IRPEF risultante dalla certificazione;
  • l'eccedenza di addizionale comunale all'IRPEF risultante dalla precedente dichiarazione;
  • l'acconto dell'addizionale comunale all'IRPEF;
  • l'acconto per l'addizionale comunale all'IRPEF risultante dalla certificazione.

- Fonte: Modello 730/2018

Cedolare secca locazioni

Sono riportati l'ammontare della cedolare secca dovuta, la differenza positiva tra cedolare secca dovuta e ritenute effettuate dal sostituto, l'eccedenza risultante dalla precedente dichiarazione e l'importo degli acconti della cedolare secca versati.

- Fonte: Modello 730/2018

Eccedenza, Acconti e Altre rettifiche

Liquidazione delle imposte del dichiarante

È riportato il risultato contabile del calcolo dell'lRPEF e delle addizionali all'IRPEF che saranno trattenute ovvero rimborsate dal sostituto d'imposta.
Nel caso di compilazione del quadro I, l'eventuale credito relativo a ciascuna imposta è ripartito tra l'ammontare che può essere utilizzato in compensazione con il mod. F24 per il versamento di altre imposte e l'ammontare che sarà rimborsato dal sostituto d'imposta.
Sono indicati gli importi della prima e della seconda o unica rata di acconto IRPEF che saranno trattenuti, alle scadenze dovute, dal sostituto d'imposta.
È indicato l'eventuale acconto del 20 per cento sui redditi soggetti a tassazione separata della SEZ. II del quadro D.
È indicato l'acconto dell'addizionale comunale IRPEF che sarà trattenuto, alla scadenza dovuta, dal sostituto d'imposta.
È indicato l'ammontare dell'imposta sostitutiva relativa ai compensi percepiti per premi di risultato e welfare aziendale.
È riportato l'ammontare della cedolare secca sulle locazioni che sarà trattenuta o rimborsata dal sostituto d'imposta. Sono indicati gli importi della prima e della seconda o unica rata di acconto della cedolare secca che saranno trattenuti, alle scadenze dovute, dal sostituto d'imposta.

- Fonte: Modello 730/2018

Altri dati

Sono riportati i dati relativi all'ammontare residuo dei crediti d'imposta per le erogazioni cultura, per il riacquisto della prima casa, per l'incremento dell'occupazione, per gli immobili colpiti dal sisma in Abruzzo, per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensione, per le mediazioni, per le erogazioni scuola, per la negoziazione e l'arbitrato e per la videosorveglianza che il contribuente può utilizzare in compensazione ovvero riportare nella successiva dichiarazione dei redditi.
È indicato l'ammontare complessivo delle spese sanitarie per le quali si è fruito della rateizzazione nella presente dichiarazione; tale importo dovrà essere riportata nella successiva dichiarazione dei redditi mod. 730 per fruire della seconda rata della detrazione spettante.
È indicato il reddito di riferimento (somma di reddito complessivo e base imponibile della cedolare secca) per la determinazione delle detrazioni commisurate al reddito (es. detrazioni per carichi di famiglia e lavoro) e di altri benefici collegati al possesso di requisiti reddituali, quali ad esempio l'ISEE.
Sono riportati i dati per la determinazione dell'acconto Irpef in presenza di situazioni particolari (ad esempio redditi di lavoro dipendente prodotti in zone di frontiera). In caso di modello 730 senza sostituto, nei righi da 141 a 143 sono indicati gli importi della prima rata dell'acconto Irpef, dell'addizionale comunale e della prima rata dell'acconto cedolare secca compensati internamente.
Sono presenti i dati relativi al credito per imposte pagate all'estero con distinta indicazione dello Stato e dell'anno di produzione del reddito estero; tali informazioni dovranno essere utilizzate nelle successive dichiarazioni dei redditi qualora il contribuente intenda fruire del credito d'imposta per redditi prodotti all'estero.
Sono indicati i redditi fondiari relativi a terreni non affittati e fabbricati non locati, nonché il reddito dell'abitazione principale e delle relative pertinenze soggette a IMU, non imponibili in quanto l'Irpef e le relative addizionali sono sostituite dall'Imu. Tali informazioni possono assumere rilievo nell'ambito di prestazioni previdenziali e assistenziali.
È indicato l'ammontare del residuo delle somme restituite al soggetto erogatore non dedotte nella presente dichiarazione che il contribuente può riportare nella successiva dichiarazione dei redditi ovvero chiedere a rimborso.
Sono infine indicati i dati relativi al credito d'imposta per erogazioni cultura da indicare nella dichiarazione dei redditi dell'anno successivo.

- Fonte: Modello 730/2018

Risultato della liquidazione

Nel prospetto viene indicato l'ammontare dell'importo che sarà trattenuto o rimborsato dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico in busta paga.
Nel caso di dichiarazione presentata in forma congiunta, nel prospetto è indicato un unico importo complessivo che tiene conto della liquidazione delle imposte di entrambi i coniugi.
È inoltre indicato il numero delle rate richieste per i versamenti del saldo e degli eventuali acconti.
Nel caso di 730 presentato in assenza di un sostituto d'imposta tenuto a effettuare il conguaglio, sono indicati gli importi che andranno versati con il modello F24 o che saranno rimborsati dall'Agenzia delle entrate.
Sono infine evidenziati gli importi da rimborsare a cura del datore di lavoro o dell'ente pensionistico nel caso di presentazione di un modello 730 Integrativo.

- Fonte: Modello 730/2018

Dati per la compilazione del modello F24

Nel caso di compilazione del quadro I, sono riportati i dati relativi agli importi a credito che devono essere utilizzati per la compilazione del mod. F24 ai fini del pagamento delle imposte non comprese nel modello 730. In particolare, per ogni credito sono riportati il codice tributo, l'anno di riferimento ed il relativo importo; per i crediti relativi alle addizionali regionale e comunale è inoltre riportato il codice regione/comune. Nel caso di 730 presentato in assenza di un sostituto d'imposta tenuto a effettuare il conguaglio, sono indicati gli importi dei crediti non superiori a euro 12 che possono essere utilizzati in compensazione con il mod. F24.
Sono infine riportati i dati relativi agli importi a debito che devono essere versati con il mod. F24 nel caso di 730 presentato in assenza di un sostituto d'imposta. Per ogni imposta sono riportati il codice tributo, l'anno di riferimento ed il relativo importo; per i debiti relativi alle addizionali regionale e comunale è inoltre riportato il codice regione/comune.

- Fonte: Modello 730/2018